1922-2022. Spina etrusca: a cent’anni dalla scoperta di un grande porto mediterraneo

Dove

Parco Archeologico del Colosseo
Curia
Largo della Salara Vecchia, 5
Roma

Data evento
17 Novembre 2022


Conferenza dedicata al centenario della scoperta di Spina, grande porto etrusco del Mediterraneo rinvenuto casualmente nel 1922. Le successive indagini scientifiche furono dirette dalla Soprintendenza alle Antichità dell’Emilia e della Romagna, istituita il 19 settembre 1924. Le campagne di scavo, condotte fino al 1935dal neo soprintendente Salvatore Aurigemma nell’area di Valle Trebba, portarono alla luce la zona settentrionale della necropoli di Spina con più di 1200 sepolture. La successiva bonifica di Valle Pega portò alla scoperta, tra il 1953 e il 1956, dell’area meridionale della necropoli che, nell’arco di altri dieci anni di scavi alla guida del soprintendente Paolo Enrico Arias e del direttore del Museo Nereo Alfieri, restituì ben 3.000 tombe. Tra il 1957 e il 1964 fu individuato anche l’abitato, nella Valle del Mezzano, oggetto, negli ultimi anni, di nuove indagini estensive volte a definire meglio gli aspetti strutturali e cronologici urbani.

Saluti Alfonsina Russo, Direttore del Parco archeologico del Colosseo

Introduce Massimo Osanna, Direttore Generale Musei

Intervengono Giuseppe Sassatelli, Presidente dell’Istituto Nazionale di Studi Etruschi e Italici; Lorenzo Braccesi, storico e saggista già professore universitario; Laura Michetti, Sapienza Università di Roma – Dipartimento di Scienze dell’Antichità

©2021 AIAC. Tutti i diritti riservati.

Sede: Via di S. Apollinare, 8 (c/o Museo Nazionale Romano - Palazzo Altemps) | Postale: Via di S. Apollinare, 8 I-00186 Roma - Italy

Tel. / Fax: +39 06 6798798 | segreteria@aiac.org